Facebook è uno dei social network preferiti dai professionisti del marketing, non solo per l’elevato numero di utenti ma anche per la sua straordinaria suite di analisi. È importante poter analizzare i clienti e il loro comportamento a un microlivello per via dell’algoritmo in costante evoluzione di Facebook, e delle relative implicazioni per i tuoi contenuti e per la tua azienda. Se non intendi adeguare il tuo approccio sulla base di queste informazioni, sei destinato a essere ignorato sui news feed.

Un’analisi dettagliata di Facebook dovrebbe essere d’obbligo in questa situazione. Dovresti, preferibilmente, effettuare un audit dei tuoi sforzi almeno a intervalli di pochi mesi. Tuttavia, non sentirti in colpa se questo aspetto non fa ancora parte della tua strategia per i social media. Non c’è momento migliore di quello attuale per iniziare a dedicarsi a una nuova abitudine.

Ecco le funzionalità di Sprout menzionate in questo post:

Report sulle analisi dei video di Facebook
Report sull’analisi della concorrenza di Facebook
Report sulle pagine Facebook

Riportiamo di seguito una guida passo dopo passo su come condurre un’analisi dettagliata di Facebook:
1. Analizza i tuoi concorrenti
I dati di Facebook Insights presenti sulla tua pagina business di questa piattaforma forniscono molte informazioni, ma è preferibile iniziare la tua analisi di Facebook osservando i tuoi concorrenti.
Trova i tuoi concorrenti
Per questa parte della tua analisi di Facebook, vi sono tre tipi di post che dovresti osservare attentamente per ricavare informazioni: i post relativi al tuo settore, i post dei tuoi concorrenti e i tuoi post personali. Se hai dubbi sull’identità dei tuoi concorrenti, ti suggeriamo di seguito un paio di strategie da integrare alla tua ricerca:

Trova i concorrenti su Google. Utilizza Google per effettuare una ricerca per frasi chiave relative alla tua attività. Se la tua azienda non è locale, puoi utilizzare termini di ricerca che descrivono al meglio il tuo settore.
Osserva chi viene seguito dalla tua audience. Controlla gli altri brand seguiti dal tuo pubblico sui social media e annota quelli più simili alla tua azienda.

Analizza cosa fanno
Dopo aver individuato i tuoi concorrenti principali:

Scegli i primi 3-5 concorrenti per i quali procedere a una valutazione comparata dei tuoi sforzi.
Raccogli informazioni sul loro conto, compresi i social network che utilizzano, il numero dei loro follower, la frequenza delle pubblicazioni e i dati relativi all’engagement.

L’analisi manuale della concorrenza è un processo molto noioso. Tuttavia, con Sprout Social gli utenti hanno accesso al nostro Report sull’analisi della concorrenza su Facebook. Questo report condivide i dati sulla crescita dell’audience, e ti consente pertanto di monitorare il numero di fan per giorno, nonché il volume dei messaggi per capire in che misura i concorrenti sono attivi su Facebook.

Probabilmente l’aspetto più utile dell’analisi è il grafico con il volume dei messaggi comprendente il numero complessivo dei post pubblicati, una suddivisione per tipi di post, l’engagement totale e l’engagement per post. Questi dati ti aiuteranno a effettuare una valutazione comparativa dei tuoi sforzi rispetto a quelli della concorrenza e potrebbero offrirti delle motivazioni per rinnovare le tue campagne su questa piattaforma.

Poche cose offrono una maggiore motivazione dei dati dei concorrenti che ti ritrovi ad analizzare.
Ottieni informazioni più dettagliate sulla concorrenza con il social media listening di Sprout

Il social listening può consentirti di individuare conversazioni su prodotti specifici e su tendenze del settore.

Scopri in che modo si discute della tua azienda e di quella dei tuoi concorrenti, e quali sono gli argomenti a cui il tuo target di riferimento dà la precedenza.

Scopri come Sprout può migliorare le informazioni sulla concorrenza programmando una demo.
2. Raccogli i tuoi dati
Ora che hai dei parametri di riferimento e un’idea di cosa fa la concorrenza, è giunto il momento di fare un’autoriflessione. In questo passaggio, ricaverai dati sul tuo brand tramite Facebook Insights o Sprout Social.

Accedere a Facebook Insights è semplice: vai su Facebook Page Manager e fai clic su Insights. Il range di dati predefinito mostrato su Facebook Insights è 28 giorni, ma puoi modificarlo per adeguarlo alle tue esigenze.

Se desideri scaricare i dati per analizzarli o elaborarli al di fuori della piattaforma Facebook, fai clic sulla scheda Panoramica, quindi su Esporta dati. Verrà visualizzato un popup con tre tipi di dati che puoi esportare: Dati della pagina, Dati dei post e Dati dei video, oltre a un intervallo di dati relativi al periodo di riferimento delle informazioni da te richieste. Il nostro consiglio? Scarica tutto.

Cosa comprende ciascuna esportazione?

I Dati della pagina mostrano le metriche principali della pagina per engagement, fonti dei like e dettagli dell’audience.
I Dati dei post forniscono metriche per reach e impression dei post.
I Dati dei video mostrano le metriche principali dei video quali ad esempio il numero di visualizzazioni: singole, a pagamento e organiche.

Se non intendi occuparti del processo di download e interpretazione di più gruppi di dati, puoi anche condurre la tua analisi di Facebook con Sprout Social. I nuovi utenti possono usufruire di una prova gratuita di 30 giorni senza dover inserire i dati della carta di credito.

In Sprout, dopo aver effettuato l’accesso e collegato il tuo account Facebook, potrai produrre un report sulle pagine di questa piattaforma.

Una volta ottenuti tutti i dati necessari, è giunto il momento di effettuare la tua analisi dettagliata di Facebook.

3. Analizza i dati della tua pagina Facebook
Dopo aver raccolto tutti i tuoi dati, è il momento di esaminare attentamente i numeri. È consigliabile suddividerli in due gruppi distinti. Innanzitutto daremo uno sguardo alle metriche della pagina, quindi procederemo ad analizzare le performance dei singoli post.

Prima di cercare di dare un senso a tutti questi dati, è utile stabilire alcuni indicatori chiave di prestazioni (KPI) importanti per la tua azienda. Ad esempio, se utilizzi la tua pagina Facebook per trasferire il traffico sul tuo sito web, uno dei tuoi KPI potrebbe fare riferimento ai clic sui link. Tuttavia, se sei prevalentemente interessato a creare una community, imposta un KPI per le statistiche sull’engagement.

Se utilizzi il report Facebook Pages di Sprout, potrai trasferire i tuoi KPI personalizzati nella parte superiore del tuo report in una sintesi. In tal modo continuerai a concentrare l’attenzione sulle metriche più pertinenti per la tua azienda.

Anche se vi sono migliaia e migliaia di metriche da esaminare, abbiamo ridotto l’elenco ad alcune delle metriche principali che riteniamo indichino contenuti validi e una strategia di successo sui social.
I like di Facebook
Questo dato fa semplicemente riferimento al numero di persone che cliccano il pulsante “Like” su uno dei tuoi post. I like di Facebook indicano chiaramente che qualcuno apprezza i tuoi contenuti sui social media. Questa è una metrica che dovresti sempre aumentare poiché mostra che le persone hanno un collegamento di base con i contenuti che pubblichi.

La scheda Lifetime Likes mostra i like complessivi per la pagina nel periodo di tempo da te indicato. Puoi utilizzare i dati di questa scheda per individuare giorni specifici in cui i like registrano un picco. Confrontando i dati di questa pagina con i dati dei post, potrai individuare post specifici scaturiti da un’ottima risposta della tua audience, che potrebbero essere collegati a un incremento dei like della pagina.

Utilizza la scheda Daily New Likes vs. Daily New Unlikes per stabilire il tuo numero netto di like per la giornata, e i giorni in cui hai ricevuto il maggior numero di unlike. Puoi anche effettuare un riferimento incrociato di questi dati con i dati dei post per individuare quali di questi ultimi non sembrano in sintonia con il tuo pubblico.

Infine, dai uno sguardo alla scheda Where Your Page Likes Happen per capire da dove le persone hanno aggiunto un “like” alla tua pagina. Molto probabilmente, senza giochi di parole, la maggior parte delle persone ha inserito il proprio “like” direttamente sulla pagina, anche se diversi fan potrebbero provenire da altre fonti come un pulsante Facebook sul tuo sito. Conoscere questo dettaglio è utile per collegare i tuoi sforzi connessi al marketing digitale fra i vari canali.

In Sprout puoi utilizzare il tuo report Audience Growth per osservare la tendenza per il tuo numero di like e di unlike nel corso del tempo. Ti aiutiamo a confrontare like organici vs. like a pagamento, a valutare like per profilo, nonché rispetto al totale dei fan. Potrai selezionare le metriche che desideri osservare e vedere le suddivisioni o i confronti per giorno.

Utenti coinvolti
Per utenti coinvolti si intende il numero di persone che hanno cliccato un qualsiasi punto nel tuo post senza generare una storia, più il numero di singole persone che hanno creato una storia sul post della tua pagina. Questa è un’ottima metrica da aumentare poiché significa che le persone stanno creando le loro storie originali riguardanti i tuoi post.
Statistiche dei video
I dati della pagina comprendono anche statistiche sui tuoi contenuti video e su come gli utenti interagiscono con tali contenuti.

Per accedere a questi dati, vai alla scheda per la visualizzazione di Tutti i video (giornalieri, settimanali, 28 giorni), e per le visualizzazioni a pagamento e organiche. È disponibile anche una scheda denominata Daily Total Number of Times a Video Has Been Seen Again, ovvero il numero delle volte in cui un video è stato riprodotto dopo la visione iniziale. Più di una visualizzazione per persona indica che gli utenti sono tornati sulla tua pagina per vedere il video.

Un’altra scheda da prendere in considerazione nella tua analisi di Facebook è quella denominata Daily 30-second Total Views, che indica il numero di volte in cui un utente ha visionato un video per almeno 30 secondi, con dati aggiuntivi relativi al numero di persone che hanno visto la fine di un video. Entrambe queste metriche sono utili per capire se il tuo contenuto si è rivelato o meno sufficientemente interessante da garantire più di un rapido sguardo con il cursore puntato su di esso.

Il tuo report di Sprout ha una sezione dedicata per le metriche dei video che ti fornirà dati aggiuntivi sulle performance dei filmati, compresi il numero di visualizzazione dei video, il numero di visualizzazione di video a pagamento rispetto a quelli organici, il numero di visualizzazioni parziali dei video, il tempo medio di visualizzazione dei video e molto altro ancora.

4. Analizza i tuoi post su Facebook
Quando osserviamo le performance dei singoli post, analizzeremo due metriche: reach ed engagement. Ecco una sintesi di cosa comprende ciascuna delle due metriche:

Statistiche sui post riguardanti condivisioni di base post reach come impression, utenti coinvolti, consumo e visualizzazioni di video.
L’engagement del post condivide statistiche elementari relative all’engagement come utenti coinvolti, consumo e feedback negativi.

Reach
Secondo Facebook, “La reach del post è il numero di (singole) persone che hanno visto il tuo post. Il tuo post viene calcolato come reach quando figura nel News Feed di qualcuno”.

Il numero di impression è simile alla reach ma si riferisce alle visualizzazioni totali del post. Naturalmente entrambe le metriche sono importanti per concentrarsi sulla crescita poiché maggiore è il numero delle persone che raggiungi, più alto sarà il numero dei potenziali clienti che vedono i tuoi post.

L’algoritmo utilizzato da Facebook per stabilire cosa mostrare nel News Feed di ciascun utente è denominato “Edgerank” ed è costituito da una serie di diversi fattori. Per semplificare questo argomento dell’analisi di Facebook, supponiamo che i tuoi post ottengano più reach con un aumento di clic, condivisioni, commenti e like.

Osserva la reach del post e individua punte e picchi nella colonna Reach. Puoi inoltre analizzare il tipo di post che generano questi like e i relativi permalink (se intendi fare riferimento all’intero post pubblicato).

Puoi utilizzare Facebook Impressions di Sprout per vedere schemi di impression organici, a pagamento e virali nonché il numero delle persone che i tuoi contenuti hanno raggiunto. Ripartisci i dati per confrontare impression e reach di contenuti organiche e a pagamento e misurare la media per profilo.

Commenti, like e condivisioni
Vi sono tre modi principali tramite i quali le persone interagiscono con i tuoi post:

Commenti
Like o Reazioni
Condivisioni

Analizzare queste metriche ti aiuterà a stabilire quali post sono stati accolti più favorevolmente dalla tua audience. Una volta che sai quali post hanno funzionato, prendi spunto il più possibile da questi per replicare il loro successo.

Condivisioni
Molto più di un like o di un commento, la condivisione di uno dei tuoi post su Facebook da parte di qualcuno indica chiaramente che il post in questione è stato molto apprezzato da questo utente. Dopotutto, non lo passerebbe con il proprio timbro di approvazione ad amici e follower se non avesse una risonanza decisamente significativa. In fatto di condivisione, gli utenti hanno la possibilità di:

Condividere sulla propria Timeline
Condividere sulla Timeline di un amico
Condividere su una pagina da essi gestita
Condividere in un messaggio privato
Condividere in un gruppo

Indipendentemente da come i fan condividono i tuoi contenuti, questa azione alimenta l’Edgerank per i contenuti in questione, e a sua volta aumenta la reach del post.

Osservare i post con il più alto numero di condivisioni aiuta a individuare quelli che le persone condividono maggiormente. Ti permette inoltre di continuare a creare contenuti che le persone riterranno validi da condividere.
Commenti
I commenti ti consentono di ottenere feedback diretti sui tuoi contenuti dalla tua audience. Non tutti i commenti sono positivi, e quelli negativi potrebbero segnalarti la necessità di fermarti e di ripensare i contenuti che pubblichi.

Commenti positivi ed engagement indicano invece che i tuoi contenuti sono apprezzati dalla tua audience. Indipendentemente dalla loro connotazione, un numero più elevato di commenti equivale a un maggior impulso per l’algoritmo Edgerank. Evita tuttavia di pubblicare contenuti, soprattutto se si tratta di argomenti delicati, senza monitorare attentamente cosa succede in seguito, e senza intervenire se necessario per affrontare sentiment negativi.
Clic su link e post
Quando i tuoi contenuti iniziano ad attrarre engagement, inizieranno a produrre naturalmente più reach. Finché i tuoi click-through rate restano costanti, noterai un aumento dei clic complessivi sui tuoi post o dei clic sul tuo sito web.

Nella scheda Lifetime Post Consumers by Type, potrai osservare le seguenti statistiche che costituiscono la metrica Consumption di Facebook: Clicks to Play, Clic sui link, Altri clic (like, commenti o condivisioni che generano storie) e Visualizzazioni di foto. Questi sono post nei quali le persone hanno manifestato l’intenzione di intraprendere azioni.

Per una visualizzazione rapida dei post che ricevono il maggior numero di clic, utilizza Facebook Top Posts di Sprout e seleziona “Post clicks” dall’elenco a discesa delle metriche. Vedrai i 3 post principali per clic, ma puoi anche modificare queste metriche per visualizzare i post principali per engagement, reazione, condivisioni o persino visualizzazioni di video. Stabilisci cosa rende un post di successo per te e filtralo in base a tale metrica.

5. Poniti le domande giuste
Ora che disponi di alcune informazioni su come interpretare correttamente i dati, utilizza le domande seguenti come linee guida della tua analisi su Facebook.
Quali tipi di messaggi hanno un impatto positivo?
Uno dei motivi principali della conduzione di un’analisi di Facebook è scoprire quali dei tuoi contenuti hanno le performance migliori. Quindi utilizza queste conoscenze per orientare la tua strategia di copywriting.

Esattamente sotto la sezione Facebook Top Posts del tuo report, noterai un link al Report Post Performance. Si tratta di un report dedicato che ti aiuterà a comprendere il livello di performance ottenuto da ogni singolo post che hai creato.

Puoi scegliere fra più di 90 metriche da aggiungere al tuo report per fare in modo che sia personalizzato e adeguato ai tuoi parametri di successo. Puoi anche affinare la ricerca specificando “impression non virali” o “reazioni eccellenti”. Quindi, fai clic sulla metrica prestazioni chiave nella parte superiore per classificare per contenuti con il maggior livello di performance. Studia questi post per scoprire cosa hanno in comune.
Quali tipi di post vengono maggiormente condivisi?
I post di Facebook sono generalmente suddivisi in quattro categorie. Inoltre, il tuo tasso di engagement varierà a seconda del tipo preferito dal tuo pubblico.

Testo o stati
Foto
Link
Video

Puoi utilizzare il report Publishing Behavior di Sprout per visualizzare una ripartizione dei tipi di post che hai condiviso.

Se da un lato è importante per te sfruttare ciascun tipo di post, dall’altro dovresti anche preferire lo stile con il quale tua audience interagisce.
Chi sono i tuoi utenti su Facebook?
Comprendere la ripartizione delle caratteristiche demografiche del tuo pubblico di Facebook è un’informazione estremamente utile che potrebbe influire sui tipi di prodotti o contenuti che posti e su come li posizioni.

Individua la scheda Facebook Audience Demographics nel tuo report e osserva la suddivisione per età e per genere.

Suggerimento professionale: confronta i tuoi dati demografici personali con i dati demografici dell’audience di tutti i social network per capire se vi sono ulteriori network da sfruttare.
Dove sono i tuoi utenti di Facebook?
Dal momento che i siti di aziende e di social media tendono alla globalizzazione, l’idea del geo-targeting è diventata molto popolare. Distribuire contenuti diversi a membri dell’audience di Facebook in varie località è un’attività che gli ottimi professionisti del marketing che operano su questa piattaforma dovrebbero sempre prendere in considerazione.

Nella stessa scheda dei Dati demografici nella quale hai trovato le tue informazioni al riguardo, scorri verso il basso per vedere dove è situato il tuo target di riferimento e il numero medio di persone raggiunte in ciascun Paese.

Scopri dove si trovano i tuoi clienti e rivolgiti a tali località con contenuti pertinenti. Potresti anche provare a rivolgerti alle località che non vedi al fine di accrescere la notorietà del tuo brand in aree dove non è conosciuto.
Quando dovresti pubblicare post su Facebook?
La maggior parte dei professionisti di marketing che opera sui social media è estremamente interessata a scoprire il giorno migliore per pubblicare i propri post su Facebook. Vi sono diversi studi e suggerimenti sui momenti migliori per postare su questa piattaforma. Secondo la nostra ricerca il pomeriggio tende a generare il maggior engagement. Tuttavia, ciò dipende molto dalla tua azienda e dal tuo target di riferimento.

Per stabilirlo in maniera precisa, analizza il tuo report Facebook Publishing Behavior in Sprout. Se non hai molti contenuti, o se non intendi pubblicare post ogni giorno della settimana, utilizza queste informazioni per individuare e scegliere i giorni migliori per far sì che il tuo pubblico condivida i tuoi post.
6. Cosa fare dopo aver controllato i dati della pagina e dei post
Condurre un’analisi dettagliata di Facebook è il passaggio fondamentale per migliorare effettivamente i tuoi sforzi di marketing sui social media. È ciò che fai con questi dati che conta in realtà. Con i dati alla mano, ecco alcuni importanti passaggi successivi da intraprendere, tenendo presente la concorrenza:

Conduci un’analisi SWOT (punti di forza, debolezze, opportunità e minacce).
Trova le lacune, o le opportunità di miglioramento analizzando questi aspetti e i tuoi sforzi editoriali.
Cerca opportunità per fare qualcosa che nessun altro sta facendo.

E, soprattutto, cerca ispirazione, e non essere ripetitivo! La presenza su ciascun social media è diversa, pertanto ciò che funziona per un’azienda potrebbe non funzionare per un’altra. Inoltre, sarebbe estremamente semplice per potenziali clienti individuare tentativi di imitazione e rimanerne delusi.
Conduci l’analisi Facebook del tuo brand
Analizzati correttamente, i dati di Facebook Insights forniscono moltissime informazioni anche se in un primo momento può risultare complesso classificarle. Seguire l’approccio guidato illustrato nel presente articolo può aiutarti a gestirli abilmente e a trovare i dati più pertinenti per migliorare la tua presenza su Facebook, e far progredire specifici obiettivi aziendali.

Dedicare attenzione alle statistiche principali durante il confronto con i concorrenti (e anche con i tuoi sforzi precedenti) ti aiuterà a ottenere successo costante su questa piattaforma.

Quali consigli aggiuntivi suggeriresti a chi sta per effettuare un’analisi dettagliata di Facebook? Twitta le tue riflessioni su @SproutSocial. Condivideremo le informazioni migliori!