La tua azienda si sta impegnando per una migliore notorietà del brand? Stai facendo tutto il possibile per crescere e avere un’influenza sulla tua audience sui social media? In tal caso è fondamentale conoscere la differenza fra reach e impression.

I professionisti del marketing si imbattono spesso in questi due termini, ma non è sempre chiaro cosa rende così importante ciascuna di queste metriche. Molti comprendono l’importanza dell’engagement sui social media. Tuttavia, quando si tratta di strategia, tutto ciò che conta è misurare accuratamente le tue metriche e individuare aspetti sui cui intensificare gli sforzi.

Vari termini dei social media vengono spesso fraintesi e alcuni persino considerati sinonimi. Quindi, se da un lato viene spontaneo raggruppare termini quali reach e impression, dall’altro dobbiamo tenere presente che ciascuno di essi ha una propria definizione. Prima di misurare con precisione queste metriche, illustriamo brevemente i concetti di reach e impression.

Qual è la differenza fra Reach e Impression?

Per Reach si intende il numero totale di persone che vedono i tuoi contenuti. Per Impression si intende invece il numero di volte in cui i tuoi contenuti vengono visualizzati, indipendentemente dal fatto che siano stati cliccati o meno.

Pensa al reach come al numero di singole persone che vedono i tuoi contenuti. Idealmente, ognuno dei tuoi follower dovrebbe vedere i contenuti che pubblichi.

Most underrated season to visit the National Parks: autumn.

Posted by Groupon on Saturday, September 30, 2017

Purtroppo, le cose non funzionano così sui social, e non tutti i tuoi follower vedranno ogni singolo post da te pubblicato. Ad esempio, Groupon ha 17 milioni di follower, ma i suoi contenuti organici non raggiungono lo stesso numero di engagement poiché solo una parte della sua audience li visualizza.

Tuttavia, impression significa che il contenuto è stato trasmesso al feed di qualcuno. Non è necessario che l’utente interagisca con il post per far sì che venga conteggiato come impression. Inoltre, una persona potrebbe avere più impression per un singolo contenuto.

Ad esempio, un post su Facebook potrebbe comparire nel News Feed della persona che lo ha pubblicato e apparire di nuovo quando un amico condivide tale post. Se noti entrambe queste attività nel tuo feed, verranno calcolate come due impression per lo stesso post.

Analisi più dettagliata di Reach e Impression

Come potrai notare, vi sono molte somiglianze fra reach e impression, pur essendovi una differenza sostanziale in termini di engagement. Come per il nostro primo esempio, diciamo che hai 100 follower su Twitter e hai pubblicato un tweet. Se tutti i tuoi follower vedono questo tweet, avrai una reach di 100 utenti, unitamente a 100 impression.

Per continuare, diciamo che domani pubblichi due tweet per gli stessi 100 follower. La tua reach sarà ancora di 100 utenti perché il numero dei tuoi follower non è cambiato. Tuttavia, ora hai 200 impression. Perché? Perché ognuno dei tuoi 100 follower ha visto entrambi i tweet da te pubblicati.

Ecco perché potresti notare che il numero delle impression per un tweet è a volte significativamente superiore rispetto al numero dei tuoi follower.

Si tratta di un concetto un po’ complesso, ma assolutamente importante da conoscere per monitorare il successo di una campagna sui social media. Se non ricordi nient’altro su reach e impression, tiene presente quanto segue: la reach è il numero di persone che potrebbero aver visto i tuoi contenuti, mentre le impression sono il numero totale di volte in cui i tuoi contenuti vengono visualizzati dalle persone.

Ulteriori dettagli sulle metriche dell’engagement

Se intendi capire meglio come migliorare la tua reach e le tue impression, è importante studiare altre metriche connesse all’engagement. Ad esempio, vi sono diversi tipi di metriche di reach e impression su ciascun social network, in particolar modo su Facebook.

Altre piattaforme potrebbero comprendere reach e impression nella loro analisi dei social media, seppur piuttosto standard. Facebook mostra reach e impression suddivise per tipo di post e altre categorie, che è necessario comprendere quando si cerca di migliorare.

Facebook: Reach vs. Impression

Su Facebook, la reach è suddivisa in tre diverse categorie:

  • Organica: rappresenta il numero di singole persone che hanno visto i tuoi contenuti, gratuitamente, nel News Feed.
  • A pagamento: corrisponde al numero di singole persone che hanno visto i tuoi contenuti a pagamento, quali ad esempio un’inserzione su Facebook.
  • Virale: è il numero di singole persone che hanno visto il tuo post o Pagina menzionati in una storia pubblicata da un amico. Queste storie comprendono azioni quali Like, condivisioni e commenti.

Vi sono alcuni fattori che svolgono un ruolo nella tua reach su Facebook. A seconda del tipo di reach che desideri far crescere, potresti seguire diverse strategie. Per ulteriori informazioni sulla reach di Facebook, leggi il nostro recente articolo Come accrescere facilmente la tua reach su Facebook.

Analogamente a quanto avviene per la reach, anche le impression di Facebook sono suddivise in tre categorie, visualizzabili nel report Facebook Pages di Sprout:

  • Organica: il numero di volte in cui i tuoi contenuti sono stati visualizzati, gratuitamente, in News Feed o sulla tua Pagina.
  • A pagamento: il numero di volte in cui i tuoi contenuti a pagamento, come ad es. un’inserzione su Facebook, sono stati visualizzati.
  • Virale: il numero di volte in cui i contenuti associati alla tua Pagina vengono visualizzati in una storia pubblicata da un amico. Queste storie comprendono Like, condivisioni e commenti.

Inserzioni su Facebook: Reach vs Impression

Avere le stesse ripartizioni per categoria ovviamente non mantiene separate reach e impression. Ricorda il primo esempio di cui abbiamo parlato. Se cinque fan di Facebook hanno visto ognuno il tuo post due volte, il risultato saranno 10 impression (il numero di volte in cui è stato visualizzato moltiplicato per il numero di singole persone che lo hanno visto) e una reach di cinque (le singole persone che lo hanno visto).

Ma se utilizzi le inserzioni su Facebook, vi sono due tipi di impression aggiuntivi da monitorare: served e visualizzate.

Se un’inserzione su Facebook è “served”, significa che l’inserzionista ha comunicato al sistema di pubblicare un annuncio. Nella misura in cui il sistema registra la consegna di tale annuncio, quest’ultimo sarà calcolato come un successo: una served impression. Un po’ subdolo, poiché si calcola un successo indipendentemente dal fatto che l’annuncio sia stato visto o meno.

Le served impression comprendono inserzioni che nessuno vede poiché appaiono al di sotto del fold o perché la persona ha abbandonato la pagina prima che quest’ultima avesse completato il rendering. Il dato è quindi impreciso e lascia un grande divario fra il numero di inserzioni served e il numero di quelle viste.

Tuttavia, le impression visualizzate vengono conteggiate dal momento in cui l’inserzione compare sulla schermata di un desktop browser o di un’app per dispositivi mobili. Se non viene visualizzata sulla schermata, non sarà calcolata.

Twitter: Reach vs. Impression

L’app nativa di Twitter non misura la tua reach, ma monitora le impression. Per impression Twitter intende tutte le volte in cui un suo utente vede il tuo tweet.

Pensa a un’impression come a un tweet che compare sul monitor o sul display del dispositivo mobile di qualcuno. Tuttavia, il numero di impression che vedi nell’app di Twitter calcola solo il numero di volte in cui i tuoi tweet compaiono nel feed o nei risultati di ricerca di un utente.

Anche se Twitter non fornisce dati sulla reach, c’è una soluzione alternativa. Fortunatamente, con il report Sent Messages di Sprout Social, puoi ottenere maggiori informazioni sulla tua reach sui social media.

Reach, Impression e la tua strategia di marketing

Dopo aver fatto chiarezza sulla distinzione fra reach e impression, è importante anche andare ben oltre le definizioni e capire cosa significano per la tua strategia di marketing.

Conoscere il proprio target di riferimento

Con la crescita della reach, aumenta di conseguenza anche la notorietà. Per le aziende è importante estendere la propria reach al maggior numero possibile di consumatori. Ma anche se raggiungi 10.000 persone, non significherà nulla se soltanto 1.000 di loro sono interessate al tuo brand.

I messaggi inviati perdono effetto e non si acquista alcun valore se sono ignorati. Progetta messaggi e la tua strategia editoriale tenendo presente il tuo target di riferimento.

Tieni d’occhio anche i contenuti che vengono condivisi, ritwittati e contrassegnati con like, oltre a quelli a cui viene fornita una risposta. Monitorare questi engagement ti aiuterà a individuare potenziali utenti a cui rivolgerti, ampliando così la tua reach.

Monitora e analizza costantemente le metriche dell’engagement

Le impression misurano la tua capacità di presentare i tuoi contenuti all’audience di riferimento. Se le tue impression aumentano, ciò è probabilmente dovuto al fatto che i tuoi contenuti appaiono con maggior frequenza nei feed degli utenti.

Questo di solito significa che i tuoi post sono ottimizzati per qualsiasi social network tu stia utilizzando. Se non noti le impression che speravi di ottenere, esamina innanzitutto come condividi i tuoi contenuti. Sono ottimizzati per la piattaforma che utilizzi?

Un altro suggerimento da tenere considerazione quando cerchi di aumentare le impression è concentrarsi sul numero di fan attivamente coinvolti nella tua community su tale piattaforma. Presta maggiormente attenzione alla pubblicazione di contenuti condivisibili. Quando la tua community inizierà a condividere i tuoi post nei propri network, le tue impression (e reach) aumenteranno.

L’unico modo per sapere se i tuoi sforzi funzionano è monitorare e analizzare periodicamente queste metriche. Apporta costantemente miglioramenti, sperimenta cambiamenti e impegnati al retargeting su Facebook. Quando ritieni di avere l’audience desiderata, potrai utilizzare gli strumenti di monitoraggio dei social media per taggare messaggi per specifici dipartimenti del tuo social team.

Ciò ti aiuterà a evitare i costanti passaggi fra network per ottimizzare facilmente i tuoi social media tramite una Smart Inbox all-in-one. Monitorare metriche importanti è difficile, ma con gli strumenti giusti tutto diventa più semplice.

Osservare il quadro complessivo

Scoprire la differenza fra reach e impression è a volte un po’ complicato, ma non impossibile da comprendere. Una volta che distingui le due metriche, devi iniziare a occuparti di quella più importante in assoluto: l’engagement sui social media.

La crescita dell’engagement è un obiettivo comune alla base di tutte le campagne sui social media. Se i tuoi contenuti non ottengono like, risposte o condivisioni, c’è qualcosa che non va, o sul fronte della creazione o su quello del targeting.

La notorietà ha priorità sull’engagement, e reach e impression inducono le persone a intraprendere azioni. Non puoi avere l’una senza l’altra, e non puoi migliorarne una senza modificare anche le altre. Pertanto, quando pensi a come accrescere l’engagement, rifletti contemporaneamente sul ruolo svolto da reach e impression a tale riguardo.